• SGS - Redazione

Viola l’art.6§1 CEDU la condanna che non si basi sulla valutazione diretta di testimonianze decisive


@ Image credits: Council of Europe




OSSERVATORIO CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL'UOMO

A cura di Emanuele Sylos Labini

Nell'ottica di sviluppare un contenuto che possa essere di ausilio per studiosi e professionisti, a partire dal mese di ottobre 2020, verrà pubblicato con cadenza regolare l'Osservatorio sulla giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell'uomo, la cui influenza diretta sugli orientamenti degli ordinamenti nazionali pare destinata sempre più ad aumentare.

La rubrica contiene una rassegna di stralci di pronunce accuratamente selezionate secondo la rilevanza delle questioni trattate, corredate da un breve riferimento alla massima, nonché all'indicazione dell'articolo della Convenzione violato.

Per i casi che non riguardano il nostro ordinamento, in assenza di una traduzione ufficiale in lingua italiana, si è preferito procedere ad un breve riassunto della quaestio in analisi, a cui segue il riferimento diretto al link ove è presente la pronuncia in lingua inglese.




Viola l’art. 6§1 CEDU la condanna che non si basi sulla valutazione diretta di testimonianze decisive.

Corte EDU, sez. II, 10 novembre 2020, Ricorso n. 57575/14, Dan c. Moldavia (n. 2)

(sentenza in lingua: http://hudoc.echr.coe.int/eng?i=001-205818)

Massima

Viola il diritto a un equo processo di cui all’art. 6 § 1 CEDU e il principio di immediatezza, la sentenza di condanna pronunciata dalla Corte d’appello sulla base di dichiarazioni decisive rese, in primo grado, da testimoni poi non riascoltati, direttamente e in contraddittorio, dai giudici di secondo grado.

Caso

Il caso origina da una presunta condotta di corruzione: si riteneva, infatti, che il ricorrente, cittadino moldavo e all’epoca dei fatti preside di una scuola superiore, contattato per il trasferimento di un ragazzo presso il suo istituto, avesse chiesto, per tale adempimento, il pagamento di una tangente. Nonostante il presunto scambio, fra denaro e documenti utili al predetto trasferimento, fosse avvenuto sotto gli occhi di alcuni agenti della polizia che operavano