• davidegambetta

GARANTE PRIVACY: COME TIKTOK DEVE ADEGUARSI A TUTELA DEI MINORI



Tik Tok si adeguerà alle richieste del Garante per la protezione dei dati personali, che vigilerà sull’effettiva efficacia delle misure che verranno adottate


Il Garante privacy ha, già a dicembre 2020, contestato al social “Tik Tok” la scarsa attenzione alla tutela dei minori, la poca trasparenza e chiarezza nelle informazioni rese agli utenti, il poco rispetto della privacy delle impostazioni predefinite e, infine, il divieto di iscrizione ai più piccoli facilmente aggirabile.


Successivamente, e a seguito dei notori fatti di cronaca che hanno visto protagonisti dei minori, nel mese di gennaio 2021, con il provvedimento n. 20, l’Autorità ha limitato provvisoriamente il trattamento dei dati degli utenti che si trovano sul territorio italiano “per i quali non vi sia assoluta certezza dell’età e, conseguentemente, del rispetto delle disposizioni collegate al requisito anagrafico”.


Tik Tok, in conseguenza a tale intervento del Garante, ha comunicato che adotterà misure volte a bloccare l’accesso agli utenti minori di 13 anni e valuterà la possibilità di utilizzare sistemi di intelligenza artificiale per la verifica dell’età.

L’Autorità, però, ha dichiarato che verificherà l’effettiva efficacia delle misure annunciate dalla piattaforma di video sharing e che porrà in essere sulle tv nazionali, in collaborazione con Telefono Azzurro, “una campagna di sensibilizzazione con l’obiettivo di richiamare i genitori a svolgere un ruolo attivo di vigilanza e a prestare particolare attenzione al momento in cui verrà richiesto ai figli di indicare la loro età per accedere a Tik Tok”.


Comunicato del 3 febbraio 2021




251 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti