• Remo Trezza

VICENDE INTORNO AL “LEGATO DI USUFRUTTO SOSTITUTIVO DI LEGITTIMA” (Cass. civ., n. 17861/2020)

#2020_UN_ANNO_DI_SENTENZE

di seguito la massima della pronuncia

(a cura di Remo Trezza)

Con ordinanza n. 17861 del 27 agosto 2020, la Sesta sezione civile della Cassazione ha espresso il seguente principio di diritto: “Ove il legato in sostituzione di legittima abbia ad oggetto il diritto di usufrutto ed il legatario muoia prima di averlo accettato, la facoltà di rinunziarvi si trasmette all’erede di costui, divenuto titolare “iure hereditatis” dell’azione di riduzione, non rilevando, in senso contrario, che l’erede medesimo non possa subentrare nel diritto già acquistato dal proprio dante causa, potendo egli comunque scegliere se renderlo definitivo, assumendo su di sé obblighi ed eventuali diritti nascenti dall’estinzione dell’usufrutto ovvero rinunciarvi, assolvendo all’onere cui è subordinata l’azione di riduzione”.


Lo stralcio ragionato della pronuncia sarà consultabile nel volume "2020. Un anno di sentenze. Diritto civile"

135 visualizzazioni0 commenti